I medici veronesi e le problematiche deontologiche della professione