La pubblicazione, nel 2001, di L'ermeneutica del soggetto ha dato avvio a una nuova stagione della critica sul pensiero di Michel Foucault e, in generale, ha rinnovato l'interesse dei filosofi morali e politici per l'etica degli antichi. si tratta del corso del filosofo francese al Collège de France del 1982: a trent'anni di distanza, i tempi sono maturi non soltanto per celebrarne il valore, ma anche per tentare un bilancio su ciò che esso rappresenta negli studi di Foucault e su Foucault. Senza lasciarsi distrarre dall'ormai incontrollabile proliferazione di testi sul filosofo francese, occorre riconoscere che l'importanza di questo corso nel suo itinerario teorico consiste anche e soprattutto nel fatto che esso segna il fallimento del suo progetto di ricerca archeologico-genealogico. Forse Foucault non ha avuto l'onestà di ammetterlo. Più probabilmente non ha avuto il tempo per rendersene conto. In ogni caso questo fallimento costituisce una delle più preziose eredità che egli ci ha lasciato: non sarebbe corretto, e neppure rispettoso, dopo trent'anni, passarlo sotto silenzio.

Cura di sé, ermeneutica e ontologia del soggetto. Il fallimento di Michel Foucault

BERNINI, Lorenzo
2013

Abstract

La pubblicazione, nel 2001, di L'ermeneutica del soggetto ha dato avvio a una nuova stagione della critica sul pensiero di Michel Foucault e, in generale, ha rinnovato l'interesse dei filosofi morali e politici per l'etica degli antichi. si tratta del corso del filosofo francese al Collège de France del 1982: a trent'anni di distanza, i tempi sono maturi non soltanto per celebrarne il valore, ma anche per tentare un bilancio su ciò che esso rappresenta negli studi di Foucault e su Foucault. Senza lasciarsi distrarre dall'ormai incontrollabile proliferazione di testi sul filosofo francese, occorre riconoscere che l'importanza di questo corso nel suo itinerario teorico consiste anche e soprattutto nel fatto che esso segna il fallimento del suo progetto di ricerca archeologico-genealogico. Forse Foucault non ha avuto l'onestà di ammetterlo. Più probabilmente non ha avuto il tempo per rendersene conto. In ogni caso questo fallimento costituisce una delle più preziose eredità che egli ci ha lasciato: non sarebbe corretto, e neppure rispettoso, dopo trent'anni, passarlo sotto silenzio.
Michel Foucault; Ontologia; Etica
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/549549
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact