Permanenza di alterazioni cerebrali dopo assunzione di droghe anche dopo un periodo di cessazione dell’uso: il contributo del neuroimaging