La legge 833 del 1978, istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale, riaffermando la previsione costituzionale secondo cui "la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività", dichiara che il SSN è destinato, con i suoi servizi, strutture e attività, "alla promozione, al mantenimento ed al recupero della salute fisica e psichica di tutta la popolazione". La prevenzione, dunque, in primo piano. E "promuovere comportamenti e stili di vita per la salute" è primario e costante obiettivo dei Piani sanitari nazionali. Eppure, ancora oggi non si riesce a spendere per la prevenzione la quota del 5% del fondo sanitario, prevista per legge. Di fronte a tale situazione, la Fondazione Smith Kline, nell'ambito delle proprie attività istituzionali in tema di medicina preventiva, ha deciso di intraprendere studi e interventi tesi a identificare le cause che impediscono al SSN di sviluppare pienamente il passaggio dal modello malattia al modello salute, ossia da una scala di sopravvivenza ad una scala di promozione. Nasce così il Rapporto Prevenzione, articolato in due parti: la prima, dedicata alla costituzione di un Osservatorio nazionale della attività regionali di prevenzione, che si propone di acquisire e diffondere informazioni e best practices attraverso un metodo di raccolta ed analisi dei dati standardizzata; la seconda, dedicata ogni anno ad un approfondimento tematico: per il 2010, "la formazione per la prevenzione".

I percorsi della formazione post-lauream per la prevenzione: Scuole di Specializzazione, Master, Corsi di Alta Formazione e Perfezionamento”

ROMANO, Gabriele;TARDIVO, Stefano;MANTOVANI, William;PASCU, Diana Sorina;ZERMAN, Tamara;GALLASIN, Francesca
2011

Abstract

La legge 833 del 1978, istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale, riaffermando la previsione costituzionale secondo cui "la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività", dichiara che il SSN è destinato, con i suoi servizi, strutture e attività, "alla promozione, al mantenimento ed al recupero della salute fisica e psichica di tutta la popolazione". La prevenzione, dunque, in primo piano. E "promuovere comportamenti e stili di vita per la salute" è primario e costante obiettivo dei Piani sanitari nazionali. Eppure, ancora oggi non si riesce a spendere per la prevenzione la quota del 5% del fondo sanitario, prevista per legge. Di fronte a tale situazione, la Fondazione Smith Kline, nell'ambito delle proprie attività istituzionali in tema di medicina preventiva, ha deciso di intraprendere studi e interventi tesi a identificare le cause che impediscono al SSN di sviluppare pienamente il passaggio dal modello malattia al modello salute, ossia da una scala di sopravvivenza ad una scala di promozione. Nasce così il Rapporto Prevenzione, articolato in due parti: la prima, dedicata alla costituzione di un Osservatorio nazionale della attività regionali di prevenzione, che si propone di acquisire e diffondere informazioni e best practices attraverso un metodo di raccolta ed analisi dei dati standardizzata; la seconda, dedicata ogni anno ad un approfondimento tematico: per il 2010, "la formazione per la prevenzione".
8815146954
formazione post-lauream; master; scuole di specializzazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/475968
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact