Verso la contrattazione europea?