La terapia del dolore è solo un problema etico-comportamentale?