Perché leggere la società come rete