Con la sentenza in commento la Corte EDU si è pronunciata su un tema delicato quale quello dell’adozione di un minore da parte di una coppia omosessuale e ha concluso per la non violazione dell’art. 14 in combinato disposto con l’art. 8 CEDU in relazione al mancato riconoscimento del diritto di un soggetto, all’interno di una relazione omosessuale, di adottare il figlio del suo compagno. La soluzione accolta si inserisce in un filone giurisprudenziale che evidenzia una certa recente cautela da parte dei giudici di Strasburgo sui temi eticamente sensibili, che coinvolgono la richiesta di nuovi status giuridici nel complicato processo di evoluzione del diritto di famiglia.

Gas e Dubois c. Francia: la Corte di Strasburgo frena sull'adozione da parte di coppie omosessuali

CRIVELLI, Elisabetta
2012

Abstract

Con la sentenza in commento la Corte EDU si è pronunciata su un tema delicato quale quello dell’adozione di un minore da parte di una coppia omosessuale e ha concluso per la non violazione dell’art. 14 in combinato disposto con l’art. 8 CEDU in relazione al mancato riconoscimento del diritto di un soggetto, all’interno di una relazione omosessuale, di adottare il figlio del suo compagno. La soluzione accolta si inserisce in un filone giurisprudenziale che evidenzia una certa recente cautela da parte dei giudici di Strasburgo sui temi eticamente sensibili, che coinvolgono la richiesta di nuovi status giuridici nel complicato processo di evoluzione del diritto di famiglia.
Corte di Strasburgo; coppie omosessuali; Adozione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/422940
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact