«Il corpo della regina, maschile per il suo potere e femminile per nascita, rappresenta un singolare paradosso» (p. 7). A partire da questo paradosso, riferito al regno e alla figura di Elisabetta I Tudor, la monografia di Clara Mucci ruota su una triplice associazione tematica e discorsiva (già segnalata nel titolo), tra sessualità, potere e poetica.

Clara Mucci, I corpi di Elisabetta. Sessualità, potere e poetica della cultura al tempo di Shakespeare

CALVI, Lisanna
2010

Abstract

«Il corpo della regina, maschile per il suo potere e femminile per nascita, rappresenta un singolare paradosso» (p. 7). A partire da questo paradosso, riferito al regno e alla figura di Elisabetta I Tudor, la monografia di Clara Mucci ruota su una triplice associazione tematica e discorsiva (già segnalata nel titolo), tra sessualità, potere e poetica.
Mucci; corpi; Elisabetta; recensione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/362809
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact