Per i futuri assetti contano più i mercati che le alchimie proprietarie