L'iscrizione della basilica di Verona (CIL, V, 3446): una nuova lettura