Il processo di costruzione della realtà opera attraverso particolari forme organizzative che plasmano gli oggetti sociali con quei caratteri peculiari che definiscono un particolare scenario sociale . Il mutamento sociale, infatti, trasforma e dà nuova forma alla struttura e alle dinamiche sociali secondo i nuovi principi che regolano la società e che si concretizzano nei diversi fenomeni. Se il contesto sociale si modella, quindi, secondo caratteristiche e dimensioni specifiche, astraendone il contenuto è possibile far emergere un comune denominatore ai diversi fenomeni; quella sovrastruttura formale che, attraverso un processo dialettico, modifica i fenomeni sociali secondo le nuove logiche che disciplinano la società. Analizzare il mutamento e le trasformazioni sociali secondo una prospettiva estetica, permette, quindi, di evidenziare e comprendere i principi stessi che regolano la società e determinano tali cambiamenti. Tralasciati, infatti, i contenuti, ovvero quelle specificità che differenziano tra loro gli oggetti sociali, emergono forme estetiche che esprimono la struttura stessa della società e plasmano, secondo questi criteri comuni, i fenomeni stessi. Un’importante chiave interpretativa del mutamento sociale è rappresentata, quindi, dall’analisi e dalla comprensione di questa sovrastruttura estetica , che coinvolge e organizza gli oggetti sociali e che porta in superficie l’interiorità, il simbolico, l’immaginario, i nuovi canoni di bellezza ed il diverso modo di esprimerli e di guardarli. Come costruzione simbolica, come snodo individuale e delle relazioni sociali, il corpo si trova all’interno di un processo ciclico nel quale è legato con filo–doppio alla sfera sociale: è espressione di questi stili, dei gusti, delle nuove tendenze della società stessa, e allo stesso tempo agisce modificandoli. È corpo individuale e corpo sociale , è res extensa e corpo vissuto, è arricchito da una nuova dimensione che va oltre la fisicità corporea.

Il corpo tra mutamento sociale e forme estetiche

VIVIANI, Debora
2009

Abstract

Il processo di costruzione della realtà opera attraverso particolari forme organizzative che plasmano gli oggetti sociali con quei caratteri peculiari che definiscono un particolare scenario sociale . Il mutamento sociale, infatti, trasforma e dà nuova forma alla struttura e alle dinamiche sociali secondo i nuovi principi che regolano la società e che si concretizzano nei diversi fenomeni. Se il contesto sociale si modella, quindi, secondo caratteristiche e dimensioni specifiche, astraendone il contenuto è possibile far emergere un comune denominatore ai diversi fenomeni; quella sovrastruttura formale che, attraverso un processo dialettico, modifica i fenomeni sociali secondo le nuove logiche che disciplinano la società. Analizzare il mutamento e le trasformazioni sociali secondo una prospettiva estetica, permette, quindi, di evidenziare e comprendere i principi stessi che regolano la società e determinano tali cambiamenti. Tralasciati, infatti, i contenuti, ovvero quelle specificità che differenziano tra loro gli oggetti sociali, emergono forme estetiche che esprimono la struttura stessa della società e plasmano, secondo questi criteri comuni, i fenomeni stessi. Un’importante chiave interpretativa del mutamento sociale è rappresentata, quindi, dall’analisi e dalla comprensione di questa sovrastruttura estetica , che coinvolge e organizza gli oggetti sociali e che porta in superficie l’interiorità, il simbolico, l’immaginario, i nuovi canoni di bellezza ed il diverso modo di esprimerli e di guardarli. Come costruzione simbolica, come snodo individuale e delle relazioni sociali, il corpo si trova all’interno di un processo ciclico nel quale è legato con filo–doppio alla sfera sociale: è espressione di questi stili, dei gusti, delle nuove tendenze della società stessa, e allo stesso tempo agisce modificandoli. È corpo individuale e corpo sociale , è res extensa e corpo vissuto, è arricchito da una nuova dimensione che va oltre la fisicità corporea.
estetica corpo mutamento sociale
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/341348
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact