Nello studio di un medico ferrarese: Bartolomeo de Rolandino (+1419) e la sua biblioteca