La tesi di dottorato analizza il significato giuridico attribuito al territorio nell’attuale contesto costituzionale europeo. L’elemento del territorio si lega alle esigenze di sviluppo dei gruppi di interessi in esso presenti, raramente corrispondenti e contenibili nei confini politico-amministrativi delle autonomie territoriali. I livelli istituzionali sono, così, chiamati ad operare in senso cooperativo al fine di rappresentare e valorizzare gli interessi territoriali variamente allocati. L’oggetto dell’indagine si colloca nel quadro costituzionale italiano successivo alla riforma del Titolo V della Costituzione italiana e nel livello comunitario, incentrandosi sui due principali momenti dell’analisi dei sistemi di raccordo e concertazione interistituzionale e degli strumenti giuridici deputati alla valorizzazione degli interessi localizzati. In particolare, dopo la ricostruzione del contesto normativo comunitario, viene dettagliatamente analizzato il sistema delle Conferenze all’interno dell’ordinamento italiano allo scopo di rilevare la necessità di avvicinare il livello istituzionale alle esigenze di rappresentanza degli interessi allocati. L’indagine non trascura, inoltre, uno specifico riferimento agli ordinamenti europei di Germania, Austria e Spagna, in quanto caratterizzati da un forte pluralismo territoriale e dall’elaborazione di interessanti meccanismi di recepimento delle istanze territoriali. Non viene, tuttavia, trascurato il riferimento a sistemi di rappresentanza territoriale nati nella prassi delle singole realtà regionali e utili a comprendere la necessaria flessibilizzazione dei meccanismi di valorizzazione delle risorse localizzate. L’ultima parte della tesi è interamente dedicata allo studio degli strumenti giuridici di valorizzazione territoriale attualmente presenti nell’ambito dell’ordinamento italiano e nel livello comunitario. Il contesto regionale e sub-regionale si caratterizza per la presenza di strumenti di carattere negoziale, quali i patti territoriali e i contratti di programma, idonei alla valorizzazione di gruppi di interessi a forte vocazione dinamica. Per ciò che concerne gli ambiti sovra-regionali, un interessante strumento di valorizzazione viene previsto dal novellato art. 117, c. 8 Cost. in materia di intese interregionali. Il livello comunitario prevede, infine, nel Libro Bianco sulla Governance del 2001 lo strumento dei contratti e delle convenzioni tripartiti di obiettivi per la cooperazione dei livelli di governo territoriale nello sviluppo di prassi e meccanismi giuridici di valorizzazione delle risorse. L’analisi combinata delle sedi di raccordo e degli strumenti giuridici di valorizzazione territoriale consente di ipotizzare una classificazione di questi ultimi in strumenti di natura strutturale e operativa, utili a rilevare la presenza nell’attuale scenario costituzionale europeo di sistemi giuridici in gradi di avvicinare in senso funzionale le esigenze di sviluppo dei territori alle istituzioni regionali deputate a rappresentarli.

The thesis analyses the juridical meaning of the territory in the European constitutional framework. The territory is strictly linked to groups of localized interests, but their demands of development frequently go over the institutional bounderies. Therefore the institutional levels have to enact a strong cooperation to represent and evaluate these interests. The investigation work considers the Italian context after the reform of the Title V of the Constitution and the EC level, focusing on the mechanisms of representation and the legal instruments anacted to evaluate the localized interests. In particular, the thesis analyses the Italian system of Conferences to notice the requirement to reduce the distance between the institutions and the interests; a specific reference is to the German, Austrian and Spanish experiences, qualified by a strong territorial pluralism and the elaboration of peculiar mechanisms of representation. Furthermore, the investigation work considers the mechanisms of representation in use at the regional level to consent a much more pliable approach to the evaluation of the localized resources. The last part of the thesis is dedicated to the legal instruments of evaluation in the Italian and EC framework. The negotiation forms, as the so called territorial pacts or the programme agreements, are typical of the sub-regional level, while the sovraregional areas are qualified by the interregional ageements provided by the reformed art. 117, co. 8 of the Constitution. At EC level, the 2001 White Book on the Governance forsees the tripartite contracts and agreements to realizes common territorial cooperation objectives and to consent the development of mechanisms of evaluation. The analysis consent to assume these instruments as structural and operative, to better reduce the distance between the institutional level and the territorial interests and resources in the European constitutional framework.

Il territorio tra diritto nazionale e comunitario. Contesto istituzionale e politiche di sviluppo regionale

LANZONI, Lisa
2009-01-01

Abstract

La tesi di dottorato analizza il significato giuridico attribuito al territorio nell’attuale contesto costituzionale europeo. L’elemento del territorio si lega alle esigenze di sviluppo dei gruppi di interessi in esso presenti, raramente corrispondenti e contenibili nei confini politico-amministrativi delle autonomie territoriali. I livelli istituzionali sono, così, chiamati ad operare in senso cooperativo al fine di rappresentare e valorizzare gli interessi territoriali variamente allocati. L’oggetto dell’indagine si colloca nel quadro costituzionale italiano successivo alla riforma del Titolo V della Costituzione italiana e nel livello comunitario, incentrandosi sui due principali momenti dell’analisi dei sistemi di raccordo e concertazione interistituzionale e degli strumenti giuridici deputati alla valorizzazione degli interessi localizzati. In particolare, dopo la ricostruzione del contesto normativo comunitario, viene dettagliatamente analizzato il sistema delle Conferenze all’interno dell’ordinamento italiano allo scopo di rilevare la necessità di avvicinare il livello istituzionale alle esigenze di rappresentanza degli interessi allocati. L’indagine non trascura, inoltre, uno specifico riferimento agli ordinamenti europei di Germania, Austria e Spagna, in quanto caratterizzati da un forte pluralismo territoriale e dall’elaborazione di interessanti meccanismi di recepimento delle istanze territoriali. Non viene, tuttavia, trascurato il riferimento a sistemi di rappresentanza territoriale nati nella prassi delle singole realtà regionali e utili a comprendere la necessaria flessibilizzazione dei meccanismi di valorizzazione delle risorse localizzate. L’ultima parte della tesi è interamente dedicata allo studio degli strumenti giuridici di valorizzazione territoriale attualmente presenti nell’ambito dell’ordinamento italiano e nel livello comunitario. Il contesto regionale e sub-regionale si caratterizza per la presenza di strumenti di carattere negoziale, quali i patti territoriali e i contratti di programma, idonei alla valorizzazione di gruppi di interessi a forte vocazione dinamica. Per ciò che concerne gli ambiti sovra-regionali, un interessante strumento di valorizzazione viene previsto dal novellato art. 117, c. 8 Cost. in materia di intese interregionali. Il livello comunitario prevede, infine, nel Libro Bianco sulla Governance del 2001 lo strumento dei contratti e delle convenzioni tripartiti di obiettivi per la cooperazione dei livelli di governo territoriale nello sviluppo di prassi e meccanismi giuridici di valorizzazione delle risorse. L’analisi combinata delle sedi di raccordo e degli strumenti giuridici di valorizzazione territoriale consente di ipotizzare una classificazione di questi ultimi in strumenti di natura strutturale e operativa, utili a rilevare la presenza nell’attuale scenario costituzionale europeo di sistemi giuridici in gradi di avvicinare in senso funzionale le esigenze di sviluppo dei territori alle istituzioni regionali deputate a rappresentarli.
Diritto nazionale e comunitario; politiche di sviluppo regionale
The thesis analyses the juridical meaning of the territory in the European constitutional framework. The territory is strictly linked to groups of localized interests, but their demands of development frequently go over the institutional bounderies. Therefore the institutional levels have to enact a strong cooperation to represent and evaluate these interests. The investigation work considers the Italian context after the reform of the Title V of the Constitution and the EC level, focusing on the mechanisms of representation and the legal instruments anacted to evaluate the localized interests. In particular, the thesis analyses the Italian system of Conferences to notice the requirement to reduce the distance between the institutions and the interests; a specific reference is to the German, Austrian and Spanish experiences, qualified by a strong territorial pluralism and the elaboration of peculiar mechanisms of representation. Furthermore, the investigation work considers the mechanisms of representation in use at the regional level to consent a much more pliable approach to the evaluation of the localized resources. The last part of the thesis is dedicated to the legal instruments of evaluation in the Italian and EC framework. The negotiation forms, as the so called territorial pacts or the programme agreements, are typical of the sub-regional level, while the sovraregional areas are qualified by the interregional ageements provided by the reformed art. 117, co. 8 of the Constitution. At EC level, the 2001 White Book on the Governance forsees the tripartite contracts and agreements to realizes common territorial cooperation objectives and to consent the development of mechanisms of evaluation. The analysis consent to assume these instruments as structural and operative, to better reduce the distance between the institutional level and the territorial interests and resources in the European constitutional framework.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
TESI LANZONI.PDF

non disponibili

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 1.65 MB
Formato Adobe PDF
1.65 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/337544
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact