Il contraente "debole", di Alessandro P. Scarso