Il lauro di Laura e delle "maritate veneziane"