Alla ricerca della benignità del lettore nelle edizioni Merlo del XVII secolo