L’autrice propone una riflessione sullo specifico della professione dell’educatore : la relazione. Verranno illustrati processi socio-cognitivi ed alcune delle variabili di personalità che concorrono alla regolazione della relazione operatore-utente nelle professioni dell’aiuto e della cura. In particolare si discuterà il ruolo dei modelli operativi interni nell’assessment, e nella regolazione socio-cognitiva della relazione professionale soprattutto in funzione della definizione del proprio ruolo professionale e del proprio modello di relazione con l’utenza. Le riflessioni sugli stili di attaccamento, sui conseguenti modelli operativi interni e le conseguenze di questi sulla regolazione dei comportamenti di accudimento e di controllo nella relazione educativa sono altrettanto validi ed applicabili alle altre professioni dell’aiuto sia della cura che dell’assistenza. Il testo vuole essere un contributo alla ormai ampia discussione sulla ridefinizione dei profili professionali nell’aiuto con particolare riferimento alle competenze relazionali. Verranno infine illustrate altre variabili: dall’alessitimia all’autoefficacia percepita, dalle attribuzioni di causa a quelle di colpa e di responsabilità, che contribuiscono a contestualizzare nella quotidianità della relazione operatore utente i modelli teorici qui proposti.

L'educatore extrascolasticoCapire e utilizzare le variabili di personalità

PEDRAZZA, Monica
2007

Abstract

L’autrice propone una riflessione sullo specifico della professione dell’educatore : la relazione. Verranno illustrati processi socio-cognitivi ed alcune delle variabili di personalità che concorrono alla regolazione della relazione operatore-utente nelle professioni dell’aiuto e della cura. In particolare si discuterà il ruolo dei modelli operativi interni nell’assessment, e nella regolazione socio-cognitiva della relazione professionale soprattutto in funzione della definizione del proprio ruolo professionale e del proprio modello di relazione con l’utenza. Le riflessioni sugli stili di attaccamento, sui conseguenti modelli operativi interni e le conseguenze di questi sulla regolazione dei comportamenti di accudimento e di controllo nella relazione educativa sono altrettanto validi ed applicabili alle altre professioni dell’aiuto sia della cura che dell’assistenza. Il testo vuole essere un contributo alla ormai ampia discussione sulla ridefinizione dei profili professionali nell’aiuto con particolare riferimento alle competenze relazionali. Verranno infine illustrate altre variabili: dall’alessitimia all’autoefficacia percepita, dalle attribuzioni di causa a quelle di colpa e di responsabilità, che contribuiscono a contestualizzare nella quotidianità della relazione operatore utente i modelli teorici qui proposti.
9788874665310
Modelli operativi interni; stili di attaccamento modelli di cura; modelli di relazione nella cura e nell'assistenza
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/309065
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact