'Pendant cette seconde d'inattention qui, à chaque feuillet, coupe un récit': impronte della mano che scrive, della mano che volta pagina nei racconti di Emmanuel Bove