Saggio di un’analisi retorica della «Liberata»: l’ordine delle parole