Una enigmatica gemma del Museo Civico di Castelvecchio (ex collezione Verità)raffigura il dio Sandas di Tarso, come provano confronti con l'iconografia sulle monete di Tarso. Il nome inciso al rovescio, YOYO, probabilmente corrisponde a quello della compagna del dio, che nelle tavolette di Bogaz Köy, suona YAYA. Si trattava di un dio infero simile al mesopotamico Nergal.

Da Tarso a Verona: una gemma magica di Castelvecchio molto particolare

MASTROCINQUE, Attilio
2006-01-01

Abstract

Una enigmatica gemma del Museo Civico di Castelvecchio (ex collezione Verità)raffigura il dio Sandas di Tarso, come provano confronti con l'iconografia sulle monete di Tarso. Il nome inciso al rovescio, YOYO, probabilmente corrisponde a quello della compagna del dio, che nelle tavolette di Bogaz Köy, suona YAYA. Si trattava di un dio infero simile al mesopotamico Nergal.
Glittica; religione dell'impero Romano; Tarso
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/302121
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact