Per un'esperienza non dialettica della parola. La presenza di Hegel nel primo Blanchot