La "Théorie des fonctions analytiques" di Lagrange e il problema del "rigore" nelle dimostrazioni dell'analisi matematica