Le “minoranze” e il “controllo sociale”: due nodi di storia sociale della città