il tema trattato vuole mostrare che i materiali utilizzati nell'apprendimento della lingua (problema comune a tutte le lingue) che utilizzano gli antonimi illustrati, commettono frequenti e grossolani errori al limite della cattiva pratica educativa. L'apprendimento di concetti contrari, nella loro esemplificazione figurativa, sono fuorvianti e si pone il problema di una invarianza interculturale nella formulazione delle struttre profonde dei concetti contrari.

I contrari illustrati nei libri per l’infanzia. Un’analisi quantitativa e qualitativa.

BIANCHI, Ivana;SAVARDI, Ugo;
2004

Abstract

il tema trattato vuole mostrare che i materiali utilizzati nell'apprendimento della lingua (problema comune a tutte le lingue) che utilizzano gli antonimi illustrati, commettono frequenti e grossolani errori al limite della cattiva pratica educativa. L'apprendimento di concetti contrari, nella loro esemplificazione figurativa, sono fuorvianti e si pone il problema di una invarianza interculturale nella formulazione delle struttre profonde dei concetti contrari.
"PSICOLOGIA DELLA PERCEZIONE"; "FENOMENOLOGIA SPERIMENTALE"; "PSICOLOGIA COGNITIVA"
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/18938
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact