La neurochirurgia stereotassica nel trattamento dell’ascesso intracerebrale: vantaggi, limiti e rischi