Una riflessione sul ruolo del Consulente del Lavoro come parte integrante di una road map completa delle misure di prevenzione del fenomeno dello sfruttamento lavorativo e del caporalato in agricoltura, anche in vista dell’adozione da parte dell’Italia di un Piano nazionale contro il lavoro sommerso. Il progetto FARm («modello di filiera dell’agricoltura responsabile») ha lo scopo di prevenire e contrastare lo sfruttamento lavorativo e il caporalato, promuovendo la filiera dell’agricoltura responsabile nelle Regioni della Lombardia e del Veneto e nelle Province autonome di Trento e di Bolzano.

Legalità e lavoro in agricoltura: la centralità dei Consulenti del Lavoro

Calafà, L
2022

Abstract

Una riflessione sul ruolo del Consulente del Lavoro come parte integrante di una road map completa delle misure di prevenzione del fenomeno dello sfruttamento lavorativo e del caporalato in agricoltura, anche in vista dell’adozione da parte dell’Italia di un Piano nazionale contro il lavoro sommerso. Il progetto FARm («modello di filiera dell’agricoltura responsabile») ha lo scopo di prevenire e contrastare lo sfruttamento lavorativo e il caporalato, promuovendo la filiera dell’agricoltura responsabile nelle Regioni della Lombardia e del Veneto e nelle Province autonome di Trento e di Bolzano.
Legalità Lavoro Agricoltura
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1071326
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact