A proposito di recenti teorie sulla distribuzione temporale dell''onere del debito pubblico