I disastri sono eventi che hanno conseguenze potenzialmente negative per le persone, le cose e l’ambiente, comportando una sproporzione tra le richieste del contesto e le risorse degli individui atte a farvi fronte. Si distinguono principalmente in disastri naturali e disastri provocati dall’uomo o tecnologici. La comunicazione opportuna delle informazioni relative ai disastri è fondamentale per mitigarne gli effetti. La comunicazione del rischio può essere svolta in modo preventivo al fine di aumentare la preparazione individuale e la resilienza. A tale scopo, si possono implementare programmi di educazione ai disastri che, tuttavia, sono ancora rari. La percezione del rischio può essere influenzata da fattori individuali, familiari, relazionali e sociali. La scuola è un’arena ideale sia per strutturare la comunicazione relativa ai disastri sia per addestrare i giovani su come far fronte a un disastro prima che questo si verifichi, tenendo conto delle diverse caratteristiche in base alla fascia d’età. La resilienza permette di far fronte al rischio e agli eventi avversi e si manifesta tramite un adattamento psicologico positivo. Il progetto PrEmT permette di accrescere la resilienza in relazione al rischio sismico.

Natura dei terremoti e comportamenti di sicurezza

Agostini L.;Condomitti A.;Fingolo M.;Vicentini G.
2021-01-01

Abstract

I disastri sono eventi che hanno conseguenze potenzialmente negative per le persone, le cose e l’ambiente, comportando una sproporzione tra le richieste del contesto e le risorse degli individui atte a farvi fronte. Si distinguono principalmente in disastri naturali e disastri provocati dall’uomo o tecnologici. La comunicazione opportuna delle informazioni relative ai disastri è fondamentale per mitigarne gli effetti. La comunicazione del rischio può essere svolta in modo preventivo al fine di aumentare la preparazione individuale e la resilienza. A tale scopo, si possono implementare programmi di educazione ai disastri che, tuttavia, sono ancora rari. La percezione del rischio può essere influenzata da fattori individuali, familiari, relazionali e sociali. La scuola è un’arena ideale sia per strutturare la comunicazione relativa ai disastri sia per addestrare i giovani su come far fronte a un disastro prima che questo si verifichi, tenendo conto delle diverse caratteristiche in base alla fascia d’età. La resilienza permette di far fronte al rischio e agli eventi avversi e si manifesta tramite un adattamento psicologico positivo. Il progetto PrEmT permette di accrescere la resilienza in relazione al rischio sismico.
978-88-386-9963-4
Emozioni, Terremoti, Coping, Bambini, Training, Prevenzione, Disastri naturali, Competenza emotiva
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1063717
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact