La complessità del sistema di applicazione dell’iva e dei relativi adempimenti ha indotto il legislatore unionale a prevedere la facoltà degli Stati membri di introdurre regimi “speciali” che prevedano modalità semplificate di applicazione dell’imposta per talune attività consi-derate o meritevoli di protezione a causa della intrinseca debolezza del settore produttivo o economicamente marginali. Fra questi regimi si annovera quello dell’agricoltura, discipli-nato dagli artt. 295 ss. della Direttiva del Consiglio n. 2006/112/CE, il quale si contraddi-stingue dagli altri per essere diretto a semplificare le regole cui gli esercenti attività agricole sono soggetti e, al contempo, a preservare la neutralità dell’iva. Il recente ricorso della Commissione europea diretto a fare dichiarare il regime tedesco incompatibile con la Diret-tiva costituisce l’occasione per riflettere sulla ratio del modello unionale, sui margini di discrezionalità riconosciuti ai legislatori nazionali nonché sulle peculiarità del regime italiano.

I principi unionali del regime speciale dell’IVA in agricoltura e la loro valorizzazione nell’ordinamento nazionale

ortoleva
2021

Abstract

La complessità del sistema di applicazione dell’iva e dei relativi adempimenti ha indotto il legislatore unionale a prevedere la facoltà degli Stati membri di introdurre regimi “speciali” che prevedano modalità semplificate di applicazione dell’imposta per talune attività consi-derate o meritevoli di protezione a causa della intrinseca debolezza del settore produttivo o economicamente marginali. Fra questi regimi si annovera quello dell’agricoltura, discipli-nato dagli artt. 295 ss. della Direttiva del Consiglio n. 2006/112/CE, il quale si contraddi-stingue dagli altri per essere diretto a semplificare le regole cui gli esercenti attività agricole sono soggetti e, al contempo, a preservare la neutralità dell’iva. Il recente ricorso della Commissione europea diretto a fare dichiarare il regime tedesco incompatibile con la Diret-tiva costituisce l’occasione per riflettere sulla ratio del modello unionale, sui margini di discrezionalità riconosciuti ai legislatori nazionali nonché sulle peculiarità del regime italiano.
IVA, regimi speciali, agricoltura
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
M.G. Ortoleva - DPTI, 4-2021.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 1.6 MB
Formato Adobe PDF
1.6 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1059417
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact