La globalizzazione, i cambiamenti connessi alla tecnologia e la rapida evoluzione dei modelli di business hanno messo a dura prova il sistema dell’IVA già compromesso dalle frodi all’IVA connesse in specie al regime transitorio degli scambi intraunionali fra soggetti passivi d’imposta. Scopo del lavoro è quello di analizzare le misure approntate e le azioni in atto nel tentativo di verificare se, e in che misura, costituiscano una risposta adeguata alle sfide in atto e alle istanze sia delle imprese che delle autorità fiscali.

Il futuro dell’IVA e l’annosa questione delle frodi connesse al regime degli scambi intraunionali

ortoleva
2021-01-01

Abstract

La globalizzazione, i cambiamenti connessi alla tecnologia e la rapida evoluzione dei modelli di business hanno messo a dura prova il sistema dell’IVA già compromesso dalle frodi all’IVA connesse in specie al regime transitorio degli scambi intraunionali fra soggetti passivi d’imposta. Scopo del lavoro è quello di analizzare le misure approntate e le azioni in atto nel tentativo di verificare se, e in che misura, costituiscano una risposta adeguata alle sfide in atto e alle istanze sia delle imprese che delle autorità fiscali.
IVA, frodi, reverse charge;soggetto passivo certificato; principio di neutralità dell’IVA; costi di conformità.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PAPERS-DI-DIRITTO-EUROPEO_2021_2_Ortoleva.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 685.43 kB
Formato Adobe PDF
685.43 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1059416
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact