Recensione al volume nel quale l’immaginario legato al flagello della peste è visto dall’autore quale segno distintivo di una “vendetta divina”, nonché di una “grazia”.

Recensione a : Brenton Hobart, La Peste à la Renaissance. L’imaginaire d’un fléau dans la littérature au XVIe siècle, Préface de Frank Lestringant, Paris, Classiques Garnier, 2020

Benedettini Riccardo
2021

Abstract

Recensione al volume nel quale l’immaginario legato al flagello della peste è visto dall’autore quale segno distintivo di una “vendetta divina”, nonché di una “grazia”.
Letteratura del Rinascimento; Peste; Montaigne
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1055630
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact