Spettatori impotenti delle conseguenze del proprio agire: la condizione umana in Omero e nei tragici.