A seguito dei recenti interventi giurisprudenziali sempre più tesi a riconoscere un legame giuridico tra il genitore intenzionale e il figlio nato a seguito di maternità surrogata, l'articolo si interroga sul diritto del figlio alla conoscenza delle proprie origini biologiche e del legame con la madre surrogata da cui la gestazione per altri lo stacca volutamente fin dalla nascita, contribuendo a creare identità frammentate in nome del presunto best interest of the child

Maternità surrogata e identità frammentate: quale legame conta davvero?

Ilaria Carlotto
2021

Abstract

A seguito dei recenti interventi giurisprudenziali sempre più tesi a riconoscere un legame giuridico tra il genitore intenzionale e il figlio nato a seguito di maternità surrogata, l'articolo si interroga sul diritto del figlio alla conoscenza delle proprie origini biologiche e del legame con la madre surrogata da cui la gestazione per altri lo stacca volutamente fin dalla nascita, contribuendo a creare identità frammentate in nome del presunto best interest of the child
maternità surrogata, identità personale, diritto alle origini
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1050799
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact