Nel presente lavoro si analizza l'uso retorico del nome proprio come mezzo di autodesignazione nell'Eneide, anzitutto tentando di collocarlo all'interno della trattazione retorica. Come mostrano alcuni passaggi di Quint. inst. (9,3,21 e 1,5,41-54), si tratta di un espediente retorico ben noto, parte del più ampio fenomeno della inmutatio. Dall'analisi emerge che tale espediente, sapientemente collocato in posizioni icastiche dell'esametro, ricopre svariati valori, quali il κλέος, l'εὐγένεια, il ruolo pubblico (politico, militare e religioso), la pietas e il πάθος tragico. Inoltre, tale fenomeno concorre regolarmente ad accrescere la solennità e la gravitas delle parole e del momento. Infine, si è rilevata una maggior occorrenza di tale uso retorico nei discorsi dei tre personaggi principali: Enea, Didone e Turno. Qui i valori assunti dal nome proprio sottolineano le qualità dominanti degli eroi, in armonia con la caratterizzazione che Virgilio ha fornito di essi nel corso del poema.

Una particolare forma di inmutatio per enfasi: l'uso retorico del nome proprio all'interno dell'Eneide

Beghini Giulia
2020

Abstract

Nel presente lavoro si analizza l'uso retorico del nome proprio come mezzo di autodesignazione nell'Eneide, anzitutto tentando di collocarlo all'interno della trattazione retorica. Come mostrano alcuni passaggi di Quint. inst. (9,3,21 e 1,5,41-54), si tratta di un espediente retorico ben noto, parte del più ampio fenomeno della inmutatio. Dall'analisi emerge che tale espediente, sapientemente collocato in posizioni icastiche dell'esametro, ricopre svariati valori, quali il κλέος, l'εὐγένεια, il ruolo pubblico (politico, militare e religioso), la pietas e il πάθος tragico. Inoltre, tale fenomeno concorre regolarmente ad accrescere la solennità e la gravitas delle parole e del momento. Infine, si è rilevata una maggior occorrenza di tale uso retorico nei discorsi dei tre personaggi principali: Enea, Didone e Turno. Qui i valori assunti dal nome proprio sottolineano le qualità dominanti degli eroi, in armonia con la caratterizzazione che Virgilio ha fornito di essi nel corso del poema.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Estratto Beghini Papers on Rhetoric Inmutatio.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: Articolo in rivista
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 282.97 kB
Formato Adobe PDF
282.97 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1049120
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact