Il testo cerca di rispondere ad un quesito preciso: è possibile promuovere negli studenti e nelle studentesse universitari, spesso numerosi durante le lezioni, processi di apprendimento di livello superiore, al fine di far acquisire loro non solo conoscenze relative ai diversi insegnamenti, bensì anche di cimentarsi nelle competenze professionalizzanti e trasversali tipiche del lavoro nelle organizzazioni? L’esperienza biennale di flipped learning presentata in questo testo attesta come sia possibile progettare e realizzare efficacemente, nelle aule universitarie, ambienti di apprendimento immersivi, nei quali offrire agli studenti la possibilità di confrontarsi – attraverso compiti autentici ed esercitazioni riflessive che inducono una partecipazione attiva e consapevole – con una fatica, un impegno e un’assunzione di responsabilità probabilmente mai sperimentate prima. Questo per sostenere la loro creatività, l’orientamento motivato al futuro, nonché il desiderio di apprendere con e per gli altri. La scommessa è quella di riuscire a farli uscire dalla zona del comfort consolidato dell’assimilazione dei contenuti a lezione, provocando l’adozione di una nuova postura attiva. Sollecitato ciascun studente a porsi al centro del proprio processo di apprendimento, al docente spetta il compito, non semplice, di compiere un lavoro di sfondo organizzato, assumendo il ruolo del facilitatore e la funzione della guida socratica, che accompagna con dedizione le menti degli allievi, affinché essi non solo apprendano nuovi contenuti, ma anche riflettano proficuamente sui modi in cui li hanno acquisiti e sulle ricadute a livello di formazione personale. Il testo risulta articolato in due parti. Nella prima trova spazio un’analisi dei presupposti pedagogico-didattici, nonché alcune indicazioni per l’implementazione, relativamente all’approccio capovolto. La seconda parte illustra i risultati delle ricerche effettuate per riflettere sulla validità e sulle criticità dell’esperienza, e valutarne l’efficacia a partire dalle voci degli studenti.

Flipped learning in ambito universitario. Presupposti e indicazioni pedagogico-didattici tra implementazione e ricerca

Bevilacqua, Alessia
2018

Abstract

Il testo cerca di rispondere ad un quesito preciso: è possibile promuovere negli studenti e nelle studentesse universitari, spesso numerosi durante le lezioni, processi di apprendimento di livello superiore, al fine di far acquisire loro non solo conoscenze relative ai diversi insegnamenti, bensì anche di cimentarsi nelle competenze professionalizzanti e trasversali tipiche del lavoro nelle organizzazioni? L’esperienza biennale di flipped learning presentata in questo testo attesta come sia possibile progettare e realizzare efficacemente, nelle aule universitarie, ambienti di apprendimento immersivi, nei quali offrire agli studenti la possibilità di confrontarsi – attraverso compiti autentici ed esercitazioni riflessive che inducono una partecipazione attiva e consapevole – con una fatica, un impegno e un’assunzione di responsabilità probabilmente mai sperimentate prima. Questo per sostenere la loro creatività, l’orientamento motivato al futuro, nonché il desiderio di apprendere con e per gli altri. La scommessa è quella di riuscire a farli uscire dalla zona del comfort consolidato dell’assimilazione dei contenuti a lezione, provocando l’adozione di una nuova postura attiva. Sollecitato ciascun studente a porsi al centro del proprio processo di apprendimento, al docente spetta il compito, non semplice, di compiere un lavoro di sfondo organizzato, assumendo il ruolo del facilitatore e la funzione della guida socratica, che accompagna con dedizione le menti degli allievi, affinché essi non solo apprendano nuovi contenuti, ma anche riflettano proficuamente sui modi in cui li hanno acquisiti e sulle ricadute a livello di formazione personale. Il testo risulta articolato in due parti. Nella prima trova spazio un’analisi dei presupposti pedagogico-didattici, nonché alcune indicazioni per l’implementazione, relativamente all’approccio capovolto. La seconda parte illustra i risultati delle ricerche effettuate per riflettere sulla validità e sulle criticità dell’esperienza, e valutarne l’efficacia a partire dalle voci degli studenti.
9788867605927
Flipped learning, apprendimento capovolto, Università, Innovazione didattica
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1034932
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact