L’impiego per intenti formativi di film e filmati in ambito socio-sanitario è una pratica ormai consolidata anche in ambito italiano. Ne è accertato il potenziale riflessivo e critico per sviluppare sia concetti teorici, sia riflessioni su situazioni di vita reale, prendendo in esame i diversi contesti d’azione in cui operano i professionisti della salute

Narrare le pratiche di cura: l’apporto del cinema nei percorsi formativi e di ricerca

Bevilacqua Alessia
2017

Abstract

L’impiego per intenti formativi di film e filmati in ambito socio-sanitario è una pratica ormai consolidata anche in ambito italiano. Ne è accertato il potenziale riflessivo e critico per sviluppare sia concetti teorici, sia riflessioni su situazioni di vita reale, prendendo in esame i diversi contesti d’azione in cui operano i professionisti della salute
978-88-6760-447-0
Cura, cinema, salute, medical humanities
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1034926
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact