La malattia degli schermi (monitor, televisione, telefoni cellulari, computer) è un progressivo delegare ai medesimi la propria memoria fino a perderla; se secondo Susan Sontag la malattia metafora del primo Ottocento era stata la tubercolosi, seguita fra fine Ottocento e Novecento dal cancro, oggi la malattia metafora dei nostri tempi è l'Alzheimer.

"La malattia della videocrazia”

Stefano Tani
2019

Abstract

La malattia degli schermi (monitor, televisione, telefoni cellulari, computer) è un progressivo delegare ai medesimi la propria memoria fino a perderla; se secondo Susan Sontag la malattia metafora del primo Ottocento era stata la tubercolosi, seguita fra fine Ottocento e Novecento dal cancro, oggi la malattia metafora dei nostri tempi è l'Alzheimer.
schermi, alzheimer, McLuhan, Sontag
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1011248
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact