Il presente lavoro si propone di verificare se sia o meno superabile uno degli ostacoli alla qualificazione del suolo inedificato delle città come bene comune: la connaturalità dello ius aedificandi alla proprietà privata

Il principio dello sviluppo sostenibile e il superamento della connaturalità dello ius aedificandi alla proprietà privata: verso il suolo come bene comune.

Moro
2019-01-01

Abstract

Il presente lavoro si propone di verificare se sia o meno superabile uno degli ostacoli alla qualificazione del suolo inedificato delle città come bene comune: la connaturalità dello ius aedificandi alla proprietà privata
9788849537963
beni comuni
suolo
proprietà privata
ius aedificandi
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/998166
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact