Carlo Sini, una fenomenologia della distanza