La legge 20 maggio 2016, n. 76, “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”, all'art. 1, comma 42° e 44°, riconosce espressamente alcuni diritti al convivente di fatto sulla “casa di comune residenza”, tesi a soddisfare il “bisogno abitativo” dello stesso. Nel presente contributo vengono indagati i presupposti per fare valere tali diritti e i limiti degli stessi

LA CASA DI COMUNE RESIDENZA E I RAPPORTI COLLEGATI (LA LOCAZIONE)

Parini Giorgia Anna
2019

Abstract

La legge 20 maggio 2016, n. 76, “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”, all'art. 1, comma 42° e 44°, riconosce espressamente alcuni diritti al convivente di fatto sulla “casa di comune residenza”, tesi a soddisfare il “bisogno abitativo” dello stesso. Nel presente contributo vengono indagati i presupposti per fare valere tali diritti e i limiti degli stessi
9788828805489
convivenza di fatto, casa di comune convivenza, locazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/989926
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact