Stefan Zweig e Dante Alighieri. Storia di una traduzione mancata e di una provocazione giovanile