Latenze ed enciclopedismo nel romanzo del XX e XXI secolo