Una parabola sulla salvezza in «Vita e destino» di Vasilij Grossman