Quando si parla di flessibilità del lavoro, con riferimento ai mutamenti avvenuti nel contesto delle società postfordiste e neoliberali, si fa spesso riferimento al tema delle "tutele" per i "lavoratori precari". Poco si parla, però, della flessibilità contemporanea come di una condizione in cui si intrecciano in modi e misure diverse elementi di precarietà materiale, sociale e cognitiva. La tesi qui sostenuta è che occorra indagare l'impatto della flessibilizzazione dei percorsi lavorativi e formativi anche in termini di crisi della soggettivazione politica, della partecipazione, della cittadinanza.

La flessibilità come problema politico

Possenti, Ilaria
2014-01-01

Abstract

Quando si parla di flessibilità del lavoro, con riferimento ai mutamenti avvenuti nel contesto delle società postfordiste e neoliberali, si fa spesso riferimento al tema delle "tutele" per i "lavoratori precari". Poco si parla, però, della flessibilità contemporanea come di una condizione in cui si intrecciano in modi e misure diverse elementi di precarietà materiale, sociale e cognitiva. La tesi qui sostenuta è che occorra indagare l'impatto della flessibilizzazione dei percorsi lavorativi e formativi anche in termini di crisi della soggettivazione politica, della partecipazione, della cittadinanza.
flessibilità precarietà lavoro apprendimento politica
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/958317
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact