La città di Vulci è finora nota al pubblico dei non etruscologi quasi esclusivamente per le pitture della Tomba François. In realtà, il confronto tra le testimonianze letterarie greche e romane e la variegata documentazione materiale locale consente di riattribuire alla città una piena dimensione storica, collocandola nel contesto di quei continui scambi di area tirrenica che videro come protagonisti gli Etruschi, i Greci e infine i Romani. Da qui deriva l’approccio interdisciplinare seguito nel presente volume, che permette di ripercorrere le principali vicende di Vulci dalla sua origine nel X-IX secolo fino alla sua definitiva sottomissione a Roma nel I secolo a.C.

Vulci. Storia della città e dei suoi rapporti con Greci e Romani

BIANCHI, Edoardo
2016-01-01

Abstract

La città di Vulci è finora nota al pubblico dei non etruscologi quasi esclusivamente per le pitture della Tomba François. In realtà, il confronto tra le testimonianze letterarie greche e romane e la variegata documentazione materiale locale consente di riattribuire alla città una piena dimensione storica, collocandola nel contesto di quei continui scambi di area tirrenica che videro come protagonisti gli Etruschi, i Greci e infine i Romani. Da qui deriva l’approccio interdisciplinare seguito nel presente volume, che permette di ripercorrere le principali vicende di Vulci dalla sua origine nel X-IX secolo fino alla sua definitiva sottomissione a Roma nel I secolo a.C.
978-88-913-1199-3
Vulci
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/958101
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact