Comprese tra J. Mabillon e M. Maittaire, le 27 corrispondenze raccolte nel volume (489 lettere per gran parte inedite, di cui 139 di Muratori) abbracciano l’intero arco della carriera intellettuale di Muratori, dagli anni della prima formazione a poco prima della morte (1691-1750). Tra i corrispondenti: il dotto maurino Jean Mabillon, «Galilée de l’histoire savante»; il celebre poeta milanese Carlo Maria Maggi, assunto nella Perfetta poesia italiana quale capofila del rinnovamento lirico in direzione anti-barocca, e i suoi figli Angelo Maria e Michele; il custode della Colonia Sebezia d’Arcadia Biagio Maioli d’Avitabile, artefice dell’edizione napoletana delle Riflessioni sopra il buon gusto; il bibliografo e filologo classico londinese Michael Maittaire, interlocutore disponibile a un sereno dialogo interconfessionale; ma soprattutto due nomi fra i più importanti dell’intero carteggio muratoriano, qui rappresentati da cospicui corpora epistolari: l’altro grande erudito del nostro primo Settecento, il marchese veronese Scipione Maffei (110 lettere), l’amico-rivale di sempre, e il bibliotecario fiorentino Antonio Magliabechi (194 lettere), noto come segretario dell’intera Repubblica letteraria, agevolatore dei primi passi di Muratori nel mondo erudito del tempo.

Lodovico Antonio Muratori, Carteggi con Mabillon … Maittaire

VIOLA, Corrado
2016

Abstract

Comprese tra J. Mabillon e M. Maittaire, le 27 corrispondenze raccolte nel volume (489 lettere per gran parte inedite, di cui 139 di Muratori) abbracciano l’intero arco della carriera intellettuale di Muratori, dagli anni della prima formazione a poco prima della morte (1691-1750). Tra i corrispondenti: il dotto maurino Jean Mabillon, «Galilée de l’histoire savante»; il celebre poeta milanese Carlo Maria Maggi, assunto nella Perfetta poesia italiana quale capofila del rinnovamento lirico in direzione anti-barocca, e i suoi figli Angelo Maria e Michele; il custode della Colonia Sebezia d’Arcadia Biagio Maioli d’Avitabile, artefice dell’edizione napoletana delle Riflessioni sopra il buon gusto; il bibliografo e filologo classico londinese Michael Maittaire, interlocutore disponibile a un sereno dialogo interconfessionale; ma soprattutto due nomi fra i più importanti dell’intero carteggio muratoriano, qui rappresentati da cospicui corpora epistolari: l’altro grande erudito del nostro primo Settecento, il marchese veronese Scipione Maffei (110 lettere), l’amico-rivale di sempre, e il bibliotecario fiorentino Antonio Magliabechi (194 lettere), noto come segretario dell’intera Repubblica letteraria, agevolatore dei primi passi di Muratori nel mondo erudito del tempo.
978-88-222-6442-8
Muratori, Carteggi, Edizione nazionale
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Mabillon Maittaire completo definitivo.pdf

accesso aperto

Descrizione: Volume completo
Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 4.03 MB
Formato Adobe PDF
4.03 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/957863
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact