La letteratura e la neve: perché?