Karl Marx, Dora d'Istria e gli zingari moldo-valacchi della prima metà dell'Ottocento