Una meritata condanna per flagrante violazione del divieto di trattamenti inumani o degradanti (art. 3 Cedu)